Riserva Naturale dell’Alto Merse

Tra distese boschive e rare specie animali

Strada Provinciale Senese Aretina (73 Ponente), 132, 53012, 53012 Chiusdino SI, Italia

La Riserva Naturale dell’Alto Merse è stata istituita come area naturale protetta dalla Regione Toscana nel 1996. Si trova a sud- ovest della città di Siena e comprende un lungo tratto del fiume Merse oltre ai suoi affluenti: fiume Ricausa, torrente Rosia e Torrente La Gonna. La riserva è ricca di boschi, al suo interno infatti, crescono ancora tipi di querce che hanno rischiato l’estinzione a causa del disboscamento legato alla crescita dell’agricoltura;
I castagneti costituiscono, dopo le querce, l’habitat boschivo più diffuso della Riserva, grazie all’intervento dell’uomo che ha selezionato il castagno dove era già presente o lo ha piantato dove il terreno e le condizioni climatiche lo consentivano. Al castagno per molto tempo sono state, difatti, legate attività produttive che hanno reso possibile la sopravvivenza e lo sviluppo comunità limitrofe.

L’elevata presenza e varietà di alberi tra querce, castagneti, cerrete hanno creato l’habitat perfetto per ospitare una ricca fauna forestale, che comprende tre specie di picchi: picchio verde, picchio rosso maggiore e torcicollo, che ricavano il proprio nido nei tronchi più grossi, e mammiferi di estrema importanza conservazionistica come il gatto selvatico, la martora e la puzzola. Nella parte nord-occidentale della Riserva, invece, le ampie radure, residuo di passate attività agricole, rappresentano ambienti ideali per il raro cervone e per molti rapaci, come il biancone, la poiana e il gheppio.

 

I Comuni di Terre di Siena