Abbazia di San Galgano

Uno dei monasteri più suggestivi e affascianti di tutta Italia

Strada Comunale di S. Galgano, 53012 Chiusdino SI, Italia

Gli spettacolari resti dell’antica Abbazia di San Galgano, luogo affascinante e suggestivo che fu sede di uno dei più importanti monasteri della Toscana. Il nobile cavaliere Galgano Guidotti, dopo aver rinunciato alla propria vita fatta di agi e di ricchezze, prese l’abito cistercense e decise di far erigere sul monte Siepi, una cappella, dove nel 1180 scelse di morire da eremita.

Successivamente i monaci cistercensi, costruirono un oratorio e un edificio in onore del monaco, divenuto Santo. Nacque così l’Abbazia di San Galgano, uno splendido monastero, considerato oggi uno dei luoghi più suggestivi e prestigiosi esempi di architettura gotico-cistercense in Italia. Nel 1300 l’abbazia fu devastata dalle truppe dirette da Giovanni Acuto e nel 1400 iniziò il periodo di decadenza, che culminò poi nella decisione di abolire gli ordini monastici.

A poca distanza dall’abbazia si trova l’eremo di Montesiepi, al cui interno si conserva il mistero di ‘Excalibur’, la spada che San Galgano infisse nella roccia quando decise di lasciare la sua vita nobiliare, per diventare un eremita. Infiggere la sua spada nella roccia, rappresentava per Galgano un gesto di pace. Appena quattro anni dalla sua morte, nel 1185, Papa Lucio III lo proclamò Santo, mentre il vescovo di Volterra Ugo Saladini ordinò che fosse sepolto accanto alla roccia dove ancora è conficcata la sua spada, e che vi fosse costruita sopra una cappella dalla forma circolare.

La visita dell’abbazia è consigliata soprattutto alle famiglie, in particolare l’eremo di Montesiepi, dove il mistero della spada nella roccia, come d’altronde tutti i misteri, continua ancora oggi ad affascinare bambini e ragazzi.

 

I Comuni di Terre di Siena